APPROFONDIMENTO LE IDEE E I PROGRAMMI

Uno dei maggiori difetti che si nota durante un dibattito politico e in generale in qualunque discussione tra appartenenti a partiti politici di schieramenti opposti, è quello di considerare nemico chi pensa diversamente da noi. Considerare un'altra persona un nemico lo si costringe a difendersi e il dialogo ne subisce le conseguenze. Molti politici producono slogan al posto di spiegare i propi programmi e le proposte di miglioramento, con la tendenza a elevare il tono invece di spiegare.
Indubbiamente l'esasperazione dei toni da vantaggi a breve ed è più facile incolparsi a vicenda invece che cercare soluzioni in accordo.
Ormai non si fa più critica costruttiva, ognuno espone il suo punto di vista e non ammette che ne possa esistere uno diverso dal suo che deve essere valutato invece di scartarlo a priori.
Con questo atteggiamento, per le soluzioni dei problemi e per le riforme esistono esigue possibilità di attuarle, il tempo a disposizione viene usato per addossare agli altri la responsabilità di non aver fatto abbastanza, di non aver agito bene e di non avere adottato le giuste soluzioni.
Con queste condizioni, ascoltare un dibattito mette più ansia a chi non piace la violenza verbale e le discussioni senza proposte da parte di chi non ha senso umoristico. Oggi sempre più persone si allontanano dalla politica e i politici non fanno niente per avvicinarle.
Bisogna avere atteggiamenti più pacati, approfondire i temi e stimolare le persone a costruirsi una visione d'insieme immedesimandosi nella visione degli altri.
In conclusione quindi dobbiamo essere propositivi e costruttivi e cercare di persuadere gli altri senza combatterli.

(suggerimenti)